Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

Contributo smaltimento pneumatici

Con la pubblicazione sul sito del Ministero dell'Ambiente del decreto 26.04.2012 delle diverse categorie di contributo che i rivenditori di autoveicoli devono riscuotere all'atto della vendita di un veicolo nuovo nel territorio nazionale (destinati a finanziare il futuro recupero e smaltimento degli pneumatici divenuti rifiuti)
si completa l'iter normativo dell'art. 7, comma 5, del DM 11.04.2011 n. 82 che rende pienamente operativo il sistema di gestione degli PFU derivanti dai veicoli a fine vita.

 

La data di avvio delle attività di riscossione, ossia l'obbligo per il rivenditore di inserire in fattura, in modo chiaro ed esplicito, il contributo PFU per i veicoli a fine vita decorre, in base all'art. 2 del DM 26.04.2012, dal quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del suddetto decreto sul sito internet del Ministero dell'Ambiente, ossia dall'11 maggio 2012.

 

Si ritiene opportuno fare alcune precisazioni circa l'applicazione del contributo in parola:


1. l'importo va indicato in riga separata nella fattura di vendita al cliente, riportando la dicitura condivisa dal Comitato PFU, istituito in sede ACI, ossia "Contributo ambientale per il recupero degli pneumatici fuori uso ai sensi dell'art. 7 del DM 17 aprile 2011, n. 82";


2. è assoggettato ad IVA;


3. la riscossione del contributo si applica all'atto dell'immatricolazione del veicolo nuovo in Italia;


4. il contributo non si applica alla vendita di veicoli usati o nel caso di usato di importazione parallela, ossia di veicolo già immatricolato all'estero e reimmatricolato in Italia.


Le informazioni che devono essere inserite attraverso l'applicazione informatica presente nell'area riservata del sito sopraindicato, entro il giorno 15 del mese successivo all'immatricolazione e con riferimento ai singoli veicoli immatricolati nel mese precedente, sono:


• tipo di veicolo;

• targa;

• telaio;

• data di immatricolazione;

• categoria di contributo;

• importo fatturato.

 

A titolo esemplificativo i veicoli immatricolati nel periodo 11-31 maggio andranno inseriti entro il 15 giugno 2012 e il primo prelievo a mezzo RID (addebito sul  c/c indicato all'atto della registrazione sul sito www.pneumaticifuoriuso.it) avverrà il 2 luglio 2012, ossia il primo giorno lavorativo del secondo mese
successivo a quello delle immatricolazioni dichiarate.


Il Comitato PFU effettuerà dei controlli a campione per verificare che ci sia corrispondenza tra veicoli immatricolati e contributi versati al Fondo.


Si evidenzia che per evitare l'immissione manuale dei dati nel sistema è possibile integrare il gestionale utilizzato dal rivenditore con quello Comitato PFU.


A tal proposito la software house dell'impresa dovrà inviare una mail alla casella di posta: supporto.swhouse@informatica.aci.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Dopo la registrazione verranno forniti tutti gli strumenti utili all'integrazione.


Infatti, l'interfaccia software PFU può essere spinta fino a non richiedere manualità sull'applicativo ACI da parte del rivenditore.


Si ribadisce la necessità di procedere all'immediata registrazione sul già citato sito www.pneumaticifuoriuso.it, con l'eventuale supporto offerto dall'ACI, all'indirizzo info@veicolifuoriuso.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Info: Dr. Lucio Leandrin - Tel. 0434.549410 - e-mail: l.leandrin@ascom.pn.itIndirizzo

Documenti
    TAG
    Categorie
    Territorio
    Area
    • Logo Pordenone Turismo
    • Logo Centro anch'io
    • Logo Camera commercio
    • Logo Pordenone With Love
    • Logo 50 e Più Enasco
    • Logo Terfidi
    • Logo EBT
    • Logo ARAG
    • Logo CATT FVG
    Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
    Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone