Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

DPCM 3 DICEMBRE 2020

Come riportato nell’art. 14 del DPCM del 3 dicembre 2020, le disposizioni delle ordinanze del Ministro della salute 19, 20, 24 e 27 novembre 2020 continuano ad applicarsi fino alla data di adozione di una nuova ordinanza del predetto Ministro, e comunque non oltre il 6 dicembre 2020, pertanto ad oggi il Friuli Venezia Giulia rimane in AREA ARANCIONE.


Riepiloghiamo le principali misure in vigore dal 4 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021 per le AREE ARANCIONI:

 

SPOSTAMENTI

  • Sono sempre consentiti all'interno del proprio Comune dalle ore 5 alle ore 22. Non è necessaria l'autocertificazione. Il giorno di capodanno il coprifuoco sarà in vigore dalle 22 del 31/12 alle 7 del 1/1
  • Gli spostamenti fuori comune sono sempre consentiti per comprovate esigenze lavorative, scolastiche, di salute o situazioni di necessità; è sempre consentito anche il rientro al proprio domicilio, residenza o abitazione. È necessaria l’autocertificazione.
  • In tutti gli altri caso, il Prefetto di Pordenone ha precisato che, Laddove il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

 

ALBERGHI

  • sempre aperti in tutta Italia
  • il 31 dicembre il servizio di ristorazione (attivo SOLO per i clienti dell’albergo) sarà consentito fino alle ore 18, dopo solo servizio in camera

 

ATTIVITA' PUBBLICI ESERCIZI E RISTORAZIONE

  • Sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), 7 giorni su 7 ad esclusione delle mense e del catering su base contrattuale.
  • L’asporto è consentito dalle ore 5 alle ore 22 e l’accesso al locale deve essere limitato al tempo necessario alla scelta, pagamento e ritiro dell’ordine, evitando gli assembramenti. Divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze
  • La consegna a domicilio sempre consentita senza restrizioni nel rispetto delle norme igienico sanitarie, sia per l'attività di confezionamento che di trasporto.
  • aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali, negli aeroporti, nei porti e negli interporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro
  • Il Prefetto di Pordenone, partendo dal presupposto che, qualora la prestazione lavorativa sia effettuata sul territorio e non in sede, l'Azienda può stipulare apposita convenzione con un esercizio di ristorazione che potrà mettere a disposizione i propri locali per la fruizione di tale servizio a vantaggio ESCLUSIVO del personale dell'azienda stessa, precisa che SOLO in tale contesto, qualora il personale aziendale per ragioni oggettivi non abbia la possibilità di ristorarsi in un luogo al chiuso o comunque riparato (es personale di cantieri edili, stradali), nel rispetto dei CCNL vigenti, è possibile la somministrazione di pasti all'interno dei locali di un pubblico esercizio appositamente CONVENZIONATO. IL RISTORATORE oltre ALL'ACCORDO-CONVENZIONE STIPULATO, dovrà essere in grado di fornire un ELENCO NOMINATIVO DEI SOGGETTI AUTORIZZATI ad usufruire di tale servizio secondo il predetto accordo-convenzione, da esibire alle Forze dell'Ordine in caso di eventuali controlli.



COMMERCIO

  • dal 4 dicembre al 6 gennaio i negozi potranno rimanere aperti fino alle 21
  • dal 4 dicembre al 15 gennaio, nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole;
  • Obbligo in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo.

 

INDICAZIONI GENERALI

  • Consentite le attività inerenti ai servizi alla persona;
  • Sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso;
  • Sospese attività di palestre, centri benessere, termali salvo le eccezioni previste;
    Sospese sale bingo, scommesse e casinò anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differenti;
  • Impianti sciistici chiusi dal 4/12 al 6/1;
  • Sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento;
  • Chiusi cinema teatri musei e mostre;
  • Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto;
  • Divieto di svolgere fiere, sagre ed altri eventi nonché feste pubbliche e private;
  • Consentito svolgimento delle manifestazioni pubbliche soltanto in forma statica, a condizione che siano osservate le distanze e le altre misure di contenimento;
  • Sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.

 

Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 4 dicembre 2020 fino al 15 gennaio 2021.

TAG
Categorie
Territorio
Area
  • Logo Pordenone Turismo
  • Logo Centro anch'io
  • Logo Camera commercio
  • Logo Pordenone With Love
  • Logo 50 e Più Enasco
  • Logo Terfidi
  • Logo EBT
  • Logo ARAG
  • Logo CATT FVG
Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone