Logo Ascom Pordenone

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Cookie policy

News

Contributi alle nuove imprese giovanili.

Le domande potranno essere presentate dal 9 dicembre 2021 al 27 gennaio 2022 .

Di seguito si forniscono alcune informazioni di sintesi:

Beneficiari:
imprese regionali costituite da giovani con età di 40 anni non ancora compiuti e iscritte nel Registro delle Imprese delle Camere di Commercio da non più di 5 anni. Le imprese sono considerate giovanili se costituite da giovani o la cui compagine societaria è detenuta dalla maggioranza da giovani.
Non è considerata start-up la società le cui quote sono detenute in maggioranza da altre imprese, la società che risulta da trasformazione di società preesistente o da fusione o scissione di società preesistenti nonché l’impresa che è stata costituita tramite conferimento d’azienda o di ramo d’azienda da parte di impresa preesistente.
Non sono altresì ammissibili le imprese che hanno nei locali di tali attività apparecchi per il gioco lecito.

 

Intensità del contributo e limiti di spesa
Contributo a fondo perduto a titolo “de minimis” del 50% con importo minimo di spesa di 10.000,00 euro e contributo massimo pari a 40.000,00 euro.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese sostenute nei 36 mesi precedenti la domanda e da sostenere nei 18 mesi successivi alla data di concessione concernenti:


a) spese di investimento relative all’acquisto e alla locazione finanziaria di:

  • impianti;
  • arredi;
  • macchinari, strumenti ed attrezzature;
  • diritti di licenza e software anche mediante abbonamento, know-how e brevetti;
  • automezzi, se destinati in via esclusiva all’esercizio dell’attività economica della start-up;
  • sistemi di sicurezza per contrastare gli atti criminosi;
  • materiali e servizi concernenti pubblicità e attività promozionali


b) spese per l'ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali;


c) spese di primo impianto:

  • onorario notarile relativo agli adempimenti diretti alla costituzione della start-up giovanile e spese per la redazione del business plan;
  • spese per interventi di adeguamento o ristrutturazione dei locali adibiti o da adibire all'esercizio dell'attività economica;
  • spese per la realizzazione o ampliamento del sito internet – incluso l’ecommerce;
  • locazione dei locali adibiti ad esercizio dell'attività d'impresa
  • spesa per il diritto di ingresso corrisposto al franchisor per l’avvio dell'attività di franchising;
  • spese relative al premio e alle spese di istruttoria per l’ottenimento di garanzie, in forma di fideiussioni o di garanzie a prima richiesta, rilasciate nell’interesse della start-up giovanile da banche, assicurazioni e confidi, in relazione a operazioni creditizie destinate al finanziamento dell’attività aziendale;
  • spese relative agli interessi passivi e alle spese di istruttoria e di perizia per la concessione di finanziamento da parte di banche, altri intermediari finanziari e operatori di microcredito, in relazione all’effettuazione di operazioni creditizie destinate al finanziamento dell’attività aziendale;
  • spese per l’accesso a piattaforme di crowdfunding;
  • spese per l’acquisizione di dispositivi di protezione individuale;
  • spese per la partecipazione a fiere, mostre, esposizioni ed altre manifestazioni di carattere Commerciale;
  • spese per l’acquisizione di consulenze specialistiche;

d) spese per l’acquisizione di servizi forniti da centri di coworking.

 

E’ ammessa altresì la locazione finanziaria.
Il bando prevede alcune limitazioni di importi di spesa ammissibile per alcune tipologie.

 

Procedimento valutativo
I contributi sono concessi in base all’ordine della domanda in graduatoria in base ai punteggi stabiliti dal Bando.

 

Premialità
Avranno priorità di punteggio i progetti presentati da start-up i cui titolari o soci hanno partecipato a iniziative in collaborazione con i Centri di assistenza tecnica alle imprese del terziario-CAT istituiti presso le Confcommercio regionali.

 

SERVIZIO GRATUITO DI CONSULENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Confcommercio Pordenone tramite la sua Terziaria CAT ha attivato un servizio gratuito di consulenza per i neo imprenditori costituiti da non più di 3 anni finalizzato alla presentazione delle domande.
Il servizio di accompagnamento costituirà punteggio premiale per la domanda di contributo.

PER RICHIEDERE IL SERVIZIO DI CONSULENZA COMPILA IL FORM AL SEGUENTE LINK:
https://forms.gle/3ZR1QFp8iP4fxfte9 

 

PER INFORMAZIONI
Luca Penna
ASCOM PORDENONE – TERZIARIA SRL CAT
P.le dei Mutilati n4 - 33170 Pordenone
Telefono: 0434 549414 – Cell. 388 7747775
Email: l.penna@terziaria.pn.it 

Documenti
    • Logo Pordenone Turismo
    • Logo Centro anch'io
    • Logo Camera commercio
    • Logo Pordenone With Love
    • Logo 50 e Più Enasco
    • Logo Terfidi
    • Logo EBT
    • Logo ARAG
    • Logo CATT FVG
    Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
    Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone