Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

Il decreto Ristori è legge, ecco i principali provvedimenti.

In sede di conversione in legge del primo Decreto Ristori (DL 137/20) il Parlamento ha fatto confluire in tale provvedimento anche la gran parte delle norme previste dagli ulteriori tre analoghi decreti legge adottati dal governo Conte di conseguenza per effetto di tale conversione sono abrogati  i decreti legge 149/2020 (Ristori Bis), 154/2020 (Ristori Ter) e 157/2020 (Ristori Quater).

Questi in sintesi alcuni dei punti più rilevanti:

 

Risorse alle Regioni

  • Stanziati 250 milioni alle Regioni ordinarie per il finanziamento delle quote capitale dei debiti finanziari in scadenza nel 2020. Viene destinato un contributo di 110 milioni di euro alle Regioni per ristorare le attività economiche che hanno registrato perdite di fatturato in seguito all'emergenza Covid.
  • Di questi, 20 milioni sono specificamente destinati alle Regioni che, come il Veneto, hanno adottato ordinanze regionali più restrittive rispetto ai Dpcm in vigore.

Rimborso ai proprietari che applicano sconto affitto

  • Arriva un contributo dello Stato per i proprietari di abitazioni che ridurranno il canone di affitto, pari al 50% dello sconto che applicheranno agli affittuari, fino a un massimo di 1.200 euro l'anno. Si prevede l'istituzione di un fondo di 50 milioni di euro, per l'anno 2021, per la "sostenibilità del pagamento degli affitti di unità immobiliari residenziali" nelle zone ad "alta tensione abitativa".

Acconti fisco anche in 4 rate da aprile

  • Potranno essere pagati anche in quattro rate a partire da aprile i versamenti della seconda o unica rata delle imposte sui redditi e dell'Irap, già rinviati al 30 aprile in un'unica soluzione, per imprese, professionisti e artisti e professionisti con ricavi o compensi fino a 50 milioni di euro che abbiano registrato una perdita di almeno il 33% o a prescindere dall'ammontare dei ricavi per le attività nelle zone rosse e per i ristoranti nelle zone arancioni.

Sgravi contributi 100% per contratti apprendistato

  • Uno sgravio contributivo del 100% per i primi tre anni per i datori di lavoro, che occupano fino a nove dipendenti, che assumeranno giovani con contratti di apprendistato nel 2021.

180 milioni per taglio bollette elettriche

  • Istituito un fondo da 180 milioni di euro per ridurre, in via transitoria, a tutte le partite Iva e le imprese che rientrano nei codici Ateco del decreto Ristori, le voci della bolletta relative al trasporto dell'energia e agli oneri di sistema.

Stop Cosap e Tosap per primi 3 mesi 2021

  • Stop al versamento di Cosap (il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) e Tosap (la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) per bar e ristoranti per i primi tre mesi del 2021. Viene prorogata a marzo l'esenzione dal pagamento del canone e della tassa per l'occupazione del suolo pubblico.

IMU

  • conferma della cancellazione della seconda rata IMU anche per le attività di ristorazione

Una tantum fino a 1.000 euro per gli edicolanti

  • Arriva un contributo una tantum fino a 1.000 euro per gli edicolanti che abbiano sostenuto oneri straordinari per lo svolgimento dell'attività durante l'emergenza Covid.
  • Il contributo è riconosciuto "alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di reddito da lavoro dipendente” e la domanda va presentata al Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri entro il termine del 28 febbraio 2021.

Ok detassazione contributi e indennità Covid

  • Via libera alla detassazione dei contributi e delle indennità erogati a lavoratori autonomi e imprese "in via eccezionale" a causa dell'emergenza Covid.

Spettacoli

  • Viene aumento il limite di spesa (a 800mila euro nei tre anni d'imposta) per il credito d'imposta per le imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali e per le imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo.
  • Rifinanziamento del Fondo di cui all’art. 183, comma 2 del c.d. “Rilancio” destinato anche alle perdite derivanti dall’annullamento, a seguito della pandemia, di spettacoli.

Indennità per operatori dello sport

  • Arriva un'indennità da 800 euro per il mese di dicembre in favore di titolari di rapporti di collaborazione presso il Coni-Comitato olimpico nazionale italiano, il Cip-Comitato italiano paralimpico, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva - riconosciuti dal Coni o dal Cip - e le società e associazioni sportive dilettantistiche. A favore della misura sono stanziati 170 milioni.

Indennità lavoratori turismo

  • Prevista un'indennità per i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e per gli incaricati alle vendite.

 

Scarica su documenti la Legge n°176/2020, conversione DL 137/2020 cd Ristori

  • Logo Pordenone Turismo
  • Logo Centro anch'io
  • Logo Camera commercio
  • Logo Pordenone With Love
  • Logo 50 e Più Enasco
  • Logo Terfidi
  • Logo EBT
  • Logo ARAG
  • Logo CATT FVG
Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone