Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

Previdenza e assistenza Agenti di Commercio

ATTESTAZIONI FISCALI COMPENSI FIRR 2011

Come ogni anno, la Fondazione ha inviato, a circa 58.800 agenti, le attestazioni fiscali relative al FIRR, contenenti i dettagli degli importi liquidati nel 2011 a titolo di indennità di risoluzione rapporto. Coloro che non avessero aver ricevuto la lettera potranno segnalarlo o richiederne una copia conforme al Contact Center della Fondazione Enasarco al numero 199.30.30.33 (dal lunedì al venerdì, tra le 8:30 e le 19).

 


IN ARRIVO LE LETTERE CUD 2012 PER I PENSIONATI

La Fondazione ha inviato ai pensionati il modello Cud 2012 necessario per la dichiarazione dei redditi. Nella certificazione sono indicati i redditi corrisposti nell'anno 2011, le relative ritenute fiscali operate e le detrazioni effettuate. Unitamente al modello Cud è stata inviata anche una lettera di accompagnamento con le istruzioni che facilitano la comprensione del documento. Per segnalare eventuali inesattezze o richiedere il duplicato del Cud, gli interessati possono rivolgersi al Contact Center della Fondazione Enasarco al numero 199.30.30.33 (dal lunedì al venerdì, tra le 8:30 e le 19), scrivere una mail all'indirizzo help.agenti@enasarco.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo oppure recarsi nell'ufficio Enasarco più vicino. Ricordiamo inoltre che i pensionati abilitati ai servizi on-line hanno la possibilità di stampare, in tempo reale, il duplicato del Cud, verificare i pagamenti della propria pensione e aggiornare i propri dati anagrafici e bancari.

 


DISMISSIONI IMMOBILIARI, IL TAR DA' ANCORA RAGIONE A ENASARCO

Il Tar del Lazio ha respinto altri due ricorsi presentati da alcuni inquilini che chiedevano di sospendere le vendite degli immobili della Fondazione e contestavano i criteri di determinazione dei prezzi degli appartamenti. Con le due ordinanze, la n. 623/2012 e la n. 632/2012, diventano così quattro le pronunce del Tribunale Amministrativo in favore della Fondazione. Come è noto, ad Enasarco, in quanto ente privatizzato, non può essere applicata la disciplina prevista per le dismissioni degli immobili pubblici. Questa volta il Tar fa un passo avanti e aggiunge anche che i ricorsi degli affittuari appaiono chiaramente infondati alla luce dell'Accordo con le Organizzazioni Sindacali degli inquilini che, scrive il giudice, "pare tutelare le posizioni dei conduttori anche in ordine ai criteri di formazione dei prezzi di dismissione".

 


CESSIONE DEL QUINTO: GLI ISTITUTI FINANZIARI CONVENZIONATI

Informiamo i pensionati che intendono richiedere la cessione del quinto che hanno sottoscritto la Convenzione con la Fondazione Enasarco le seguenti Società Finanziarie:

Conafi Prestitò S.p.A. (tel. 011.3818097 - Numero verde: 840.700.313)

Cap.Ital.Fin. S.p.A. (Numero verde: 800.225.566)

Dynamica Retail (tel. 06.9652051)

Finanziaria M3 S.p.A. (tel. 06. 4940555 - Numero verde: 800.979.898)

Ital Credi S.p.A. (Numero verde: 800.780.330)

Si ricorda che la cessione del quinto è un prestito personale richiesto a un intermediario finanziario, che può essere estinto con la cessione di quote di pensione che non possono superare un quinto dell'importo che si percepisce mensilmente. La Convenzione tipo approntata dalla Fondazione e sottoscritta dagli istituti finanziari consente di garantire la massima qualità del servizio e le migliori condizioni di mercato, e fissa i tassi di interesse massimi applicabili sui prestiti. Informazioni più dettagliate sono a disposizione nella sezione del sito www.enasarco.it dedicata alla cessione del quinto.

Documenti
    • Logo Pordenone Turismo
    • Logo Centro anch'io
    • Logo Camera commercio
    • Logo Pordenone With Love
    • Logo 50 e Più Enasco
    • Logo Terfidi
    • Logo EBT
    • Logo ARAG
    • Logo CATT FVG
    Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
    Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone