Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

Conversione del "Decreto Ristori".

È stata pubblicata in Gazzetta ufficiale la legge n. 176 che converte, con modificazioni, il D.L. 28 ottobre 2020 n. 137 c.d. “Ristori” recante “Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Nella legge di conversione confluiscono anche le diposizioni contenute nei c.d. Ristori “bis”, “ter” e “quater”, per uno stanziamento complessivo di oltre 18 miliardi di euro.

 

Tra gli interventi di maggiore interesse per il terziario si segnalano:

 

  • detassazione di contributi, di indennità e di ogni altra misura a favore di imprese e lavoratori autonomi, relativi all’emergenza COVID-19;
  • confermate le disposizioni già introdotte in materia d’integrazione salariale: cassa integrazione in deroga e assegno ordinario del Fondo d’Integrazione Salariale;
  • indennità per i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e per gli incaricati alle vendite
  • nonché disposizioni per promuovere l’occupazione giovanile;
  • riduzione oneri bollette elettriche;
  • rifinanziamento del Fondo di cui all’art. 183, comma 2 del c.d. “Rilancio” destinato anche alle perdite derivanti dall’annullamento, a seguito della pandemia, di spettacoli;
  • ulteriore proroga dell’esonero Tosap e Cosap fino al 31 marzo 2021;
  • proroga di vari versamenti tra cui la seconda rata o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP;
  • conferma della cancellazione della seconda rata IMU anche per le attività di ristorazione

 

Con particolare riguardo alle sospensioni dei versamenti, in sede di conversione sono state, di fatto, confermate le “originarie”previsioni.
Va evidenziato che con riguardo ai soggetti no ISA è ora previsto, oltre al versamento in unica soluzione entro il 30.4.2021 della seconda / unica rata dell’acconto 2020 delle imposte dirette / IRAP sospeso, la possibilità di rateizzare lo stesso (massimo 4 rate), con versamento della prima rata entro la predetta data.

 

Nel documento in allegato si evidenziano le conferme e le novità in termini di proroga dei versamenti previdenziali e assistenziali.

Inoltre in allegato anche le tabelle dei CODICI ATECO interessati dalle proroghe.

 

 

Per maggiori informazioni:
Marco Zadro
0434 549449
m.zadro@ascomservizi.pn.it

 

  • Logo Pordenone Turismo
  • Logo Centro anch'io
  • Logo Camera commercio
  • Logo Pordenone With Love
  • Logo 50 e Più Enasco
  • Logo Terfidi
  • Logo EBT
  • Logo ARAG
  • Logo CATT FVG
Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone