Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo, maggiori informazioni
News

Focus attività commercio al dettaglio: allegati DPCM e cartelli da esporre

Con riferimento al DPCM 24 ottobre 2020, siamo a ricordare quali sono le linee guida da applicare e i relativi cartelli che devono essere esposti.

 

Le linee guida sul COMMERCIO AL DETTAGLIO sono contenute nell’allegato 9 al DPCM del 24 ottobre 2020 e riprendono quelle approvate dalla Conferenza delle Regioni l’8 ottobre 2020, con l’applicazione altresì dei criteri e delle misure previste negli allegati 10 – 11 e 19.

 

Tra le indicazioni contenute in queste linee, figura principalmente quella di prevedere regole di accesso in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. L’Allegato 11 riporta, tra l’altro, la raccomandazione che nei locali fino a 40 metri quadrati possa accedere una sola persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori.

 

Per quanto concerne i cartelli obbligatori da esporre, segnaliamo:

  • CARTELLO ALLEGATO 19 DPCM_MISURE IGIENICO SANITARIE
  • CARTELLO NUMERO MASSIMO CLIENTI_PRESENTI CONTEMPORANEAMENTE NEL PUNTO VENDITA: si estende ai locali pubblici e aperti al pubblico, nonché a tutti gli esercizi commerciali, l'obbligo di esporre, all'ingresso del locale, un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti (comma 5). 

 

Per calcolare il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale, consigliamo di ragionare in base alle caratteristiche peculiari di ogni esercizio, alla superficie a cui si riferisce la SCIA o il titolo autorizzatorio che legittima all’esercizio dell’attività di vendita ed alla necessità che sia garantito sempre il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti.

Il numero da esporre nel cartello va riferito alla clientela ma deve anche tenere conto degli spazi complessivi: se una parte del negozio (area cassa, per esempio) è di USO ESCLUSIVO DEL PERSONALE questo spazio dovrà essere SOTTRATTO ALLA SUPERFICIE DA CONSIDERARE per il calcolo del numero massimo di clienti; se non ci fossero spazi “riservati”, il numero massimo di clienti da indicare dovrà tenere conto del fatto che il personale non gode di uno spazio “riservato” per mantenere il metro di separazione richiesto. Di conseguenza IL NUMERO MASSIMO DI PERSONE DA INDICARE nel cartello, anche se da riferire ai clienti, sarà condizionato anche dal numero del personale.

 

Su Documenti potete scaricare l'allegato 10 - l'allegato 11 - il cartello con le misure dell'allegato 19 - il cartello NUMERO MASSIMO PERSONE AMMESSE

  • Logo Pordenone Turismo
  • Logo Centro anch'io
  • Logo Camera commercio
  • Logo Pordenone With Love
  • Logo 50 e Più Enasco
  • Logo Terfidi
  • Logo EBT
  • Logo ARAG
  • Logo CATT FVG
Associazione delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo ASCOM - CONFCOMMERCIO
Imprese per l'Italia della provincia di Pordenone